"La tristezza è feconda molto più della felicità": il premio Nobel Handke si racconta

"Non sono un uomo cupo. Certo, mi sarebbe piaciuto essere malinconico. Da giovane ho sempre pensato di essere un tipo sanguigno, ma avrei voluto essere malinconico, era il mio ideale ma non ci sono mai riuscito. La tristezza è sempre appropriata, è fertile. La cupezza è assolutamente sterile, credo. Anche la gioia è feconda", così si racconta Peter Handke nel documentario di Sky Arte. "Canto alla durata - Omaggio a Peter Handke" (con Peter Handke e Bruno Ganz, regia di Didi Gnocchi, voce di Michele Placido, musica originale di Remo Anzovino) andrà in onda venerdì 11 ottobre sui canali 120 e 400 della piattaforma Sky. Handke, 76 anni, austriaco, ha vinto il premio Nobel per la letteratura 2019. E' uno dei più importanti scrittori di lingua tedesca al mondo ed è anche un affermato sceneggiatore per il cinema.

 

Gli altri video di Spettacoli