Tartaruga di quasi 2 metri trovata al largo di Ravenna: è una specie "aliena" che preoccupa gli esperti

Per gli studiosi è un evento raro e anche un po' preoccupante. La tartaruga liuto, quella trovata al largo di Ravenna da alcuni pescatori della zona, non dovrebbe essere di casa. Finora gli avvistamenti erano stati molto rari e quasi sempre si era trattato di esemplari spiaggiati o già morti. Stavolta la tartaruga gigante, un metro e 80 di carapace e 250 chili di peso, era in ottime condizioni di salute, finita solo per caso nelle reti di un peschereccio di Cesenatico. I biologi l'hanno visitata e dopo aver accertato l'ottimo stato di salute hanno deciso di riportarla immediatamente al largo. Con una sola precauzione: adagiarla su alcuni comodi materassi perché il contatto con il legno del peschereccio rischiava di provocare gravi lesioni al suo piastrone. "Questa è una specie caratteristica di altre zone del pianeta, nella fascia equatoriale, nell'Oceano Atlantico e in quello Indiano - spiega Nicola Ridolfi, veterinario specializzato nella cura di animali esotici - Questo può essere il segno di una colonizzazione da parte di questi animali nei mari di casa nostra". Un altro segno della tropicalizzazione del Mediterraneo.

Gli altri video di Natura