Video pedofili, Hitler e Isis in chat: 25 ragazzini indagati

Si scambiavano filmati a carattere pedopornografico, inneggiavano a Hitler e Mussolini, ma anche all’Isis e si compiacevano di video con sevizie su animali. Tutto su una chat di WhatsApp, scoperta casualmente dalla madre di un tredicenne di Siena, che si è poi rivolta ai carabinieri. “The Shoah party” questo il nome del gruppo social, gestito da giovani piemontesi, in cui ragazzi fra 13 e 19 anni condividevano file e video con scene di sesso tra minori, scritte razziste, commenti blasfemi e insulti a bambini malati. Indagati 25 ragazzi, 3 sono toscani. Ecco le immagini diffuse dalla polizia - La testimonianza di una mamma

Gli altri video di Cronaca locale