Protesta a Firenze contro le misure del governo e l'insufficienza dei sostegni

Un "serpentone" d'auto che si è poi suddiviso in più cortei. Clacson suonati a distesa per tutto il tragitto. Disagi al traffico anche per il contemporaneo sciopero del trasporto pubblico locale. Questa stamani la manifestazione di protesta a Firenze che ha visto mobilitarsi insieme le imprese di Tni Horeca Italia, tassisti e commercianti contro le misure messe in campo dal governo Draghi, giudicate insufficienti. Il percorso si è snodato da via Simone Martini fino al centro storico per concludersi in piazza della Signoria. La mobilitazione, indetta anche a Torino, Roma e Napoli, a Firenze ha preso il via alle 10, col corteo formato da decine di taxi e mezzi privati: #blocchiamolitalia l'hashtag lanciato a livello nazionale.   "Ho più paura delle banche che del Covid", lo striscione affisso su un taxi. In piazza della Signoria la manifestazione o si  tra incrociata con la mobilitazione odierna dei rider."Firenze è capitale della protesta vera", ha commentato Pasquale Naccari, presidente di Ristoratori Toscana e Tni Horeca Italia. Una delegazione di tassisti dovrebbe anche essere ricevuta a Palazzo Vecchio dal sindaco Dario Nardella

Gli altri video di Cronaca locale