Guerra dei decibel, la protesta a Piombino: la musica c'è ma solo con le cuffie

Che la guerra dei decibel rischi di diventare il tormentone dell’estate 2022 è assai probabile. Ma la protesta scelta dai locali piombinesi è alternativa. Si potrebbe definire “pacifista”. Segue infatti la via del silenzio per opporsi a chi - secondo loro, il partito dei decibel - vuole imporre il silenziatore alla musica estiva in città. Ieri sera al Baricche la prima tappa di questa insolita e pacifica protesta: al calasole, momento clou dell’aperitivo, il pianobar ha cominciato a suonare, ma il suono non si sentiva. Gli strumenti non erano stati collegati agli amplificatori, così per sentire la musica i clienti dovevano usare le cuffie e ascoltare da soli. Un cartello giallo avvertiva: “Silenziosi ma presenti”. A fianco della scritta il disegno delle cuffie. (Video Paolo Barlettani) - L'ARTICOLO

Gli altri video di Cronaca locale