Diana, arbitra di 22 anni vittima di revenge porn: "Denunciate"

Diana Di Meo, arbitro di calcio di 22 anni della sezione di Pescara, ha deciso di raccontare la sua storia. Il fischietto della sezione di Pescara ha infatti scoperto che erano stati messi online sulle chat come Telegram e Whatsapp alcuni suoi video privati che pare siano stati girati a sua insaputa. La ragazza ha raccolto il coraggio e ha denunciato i fatti: “È reato da codice rosso, sono stata chiusa in casa due giorni. Spero di dare voce a tutte quelle vittime che vengono colpevolizzate, quando in realtà il colpevole è dall’altra parte”

Gli altri video di Cronaca locale