'Ndrangheta in Toscana: nel mirino dei carabinieri anche lo smaltimento di rifiuti

'Ndrangheta in Toscana: in un filone dell'operazione dei carabinieri sono stati eseguiti sei arresti (uno in carcere e cinque ai domiciliari) per la gestione di rifiuti reflui e fanghi industriali prodotti nel distretto conciario tra le province di Firenze e Pisa. Secondo quanto spiegato dagli investigatori, alcuni soggetti a capo dell'Associazione conciatori di Santa Croce (Pisa) avrebbero rappresentato il fulcro decisionale di tutto il sistema indagato. Dalle indagini sarebbe emerso che le ceneri di risulta dei rifiuti conciari classificati 'Keu', altamente inquinanti, sarebbero state miscelate con altri materiali e riutilizzate in attività edilizie. Circa 8.000 tonnellate di rifiuti contaminati sarebbero state usate nella realizzazione del V lotto della Strada 429, nell'Empolese - L'ARTICOLO

Gli altri video di Cronaca