Nasce la Lega per i braccianti, Aboubakar Soumahoro: "Ci riprendiamo la dignità"

I braccianti "privati di diritti socio-sindacali e sottoposti a condizioni di segregazione fisica e sociale hanno deciso di associarsi e di coalizzarsi per dare vita alla 'Lega dei Braccianti' al fine di affermare la propria dignità lungo la filiera del cibo". Lo annuncia sul suo blog il sindacalista Aboubakar Soumahoro. "La Lega Braccianti- spiega- vuole essere uno strumento di riscatto dalla miseria socio-lavorativa per l'insieme dei braccianti". In occasione del lancio ufficiale, avvenuto in concomitanza con l'anniversario della nascita del sindacalista Giuseppe Di Vittorio per onorarne la memoria, "la prima 'Casa dei diritti e della dignità Giuseppe Di Vittoriò verrà inaugurata nelle terre foggiane, a Borgo Mezzanone, uno dei più grandi insediamenti dei braccianti". La 'Casa dei diritti e della dignita della Lega Braccianti sarà un luogo di comunione e di costruzione di una nuova coscienza per la libertà e per la giustizia. Questa inedita forma di associazione bracciantile (basata sulla volontà di associare tutti i braccianti della penisola con lo spirito di un protagonismo diretto e con la prospettiva di un'alleanza con contadini, agricoltori e consumatori) sarà per i braccianti un 'presidio di libertà' al fine di "ricercare la via del proprio sviluppo, della propria difesa, e di un maggiore benessere economico e spiritualè, come disse Giuseppe Di Vittorio", conclude Soumahoro.

Gli altri video di Cronaca