Coronavirus, niente respirazione bocca a bocca per i bagnini. L'infettivologo: "Siamo alla follia"

"Non si fa la respirazione bocca a bocca per il rischio di contrarre il virus e si lascia morire una persona che ha insufficienza respiratoria? Per favore, cerchiamo di essere seri". Lo afferma Matteo Bassetti, infettivologo del San Martino di Genova, commentando - nel corso della trasmissione L'aria che tira, in onda su La 7 - la disposizione anti-coronavirus che impone il divieto per i bagnini di utilizzare la respirazione bocca a bocca in caso di annegamento.

Gli altri video di Cronaca