Chiara Giamundo, prima donna palombaro in Italia: "Spero di essere un esempio"

"Per me essere la prima donna palombaro è un grandissimo onore, ma anche una importante responsabilità. Da oltre 20 anni le donne sono ammesse in Marina, quindi, per me è stato un percorso molto naturale. Nella pratica non è stato difficile entrare a far parte di una componente prettamente maschile: non ho trovato alcuna difficoltà e differenza tra di noi e sono sempre stata trattata alla pari, senza protezioni o delicatezze particolari, ma con grande rispetto e questo mi fa assolutamente piacere. Non penso che un lavoro come il mio mi impedisca di realizzarmi parallelamente nella carriera e nella vita privata, nel costruirmi una famiglia, ad esempio: basta sapersi organizzare. Spero di essere un esempio per le donne che desiderano intraprendere questo tipo di carriera". Lo dice Chiara Giamundo, 25 anni, di Tarquinia, prima ed unica donna palombaro in Italia da tre anni all'interno del Comando subacquei e incursori della Marina militare italiana

Gli altri video di Cronaca